Browsing this web site you accept techinical and statistical cookies. close [ more info ]

New Urban Housing.jpg

NEW URBAN HOUSING
L’abitare condiviso in Europa

Stefano Guidarini

Published by SKIRA Editore, Milano | Collana: Biblioteca di Architettura Skira | ISBN 978-88-572-3891-3 | Italiano | 176 pagine, 2018

Il libro non si limita a ripercorrere le origini urbane dell’abitare sociale, ad analizzare tipologie edilizie innovative, a discutere di flessibilità e a descrivere edifici, ma racconta anche le storie di utopie realizzate da alcune cooperative di abitanti di Zurigo, che associano la residenza condivisa e collaborativa ad attività imprenditoriali, commerciali, di spettacolo e di diffusione culturale, oltre a servizi aperti al quartiere. Questi progetti, peraltro di notevole qualità architettonica, hanno portato l’abitare urbano a risultati straordinari, sovvertendo molti pregiudizi consolidati. Essi sono accomunati da un più generale progetto di vita, condiviso da gruppi sempre più numerosi di persone legate dalla voglia di proporre un modo diverso di stare al mondo, all’insegna dell’inclusione sociale e del rispetto per le generazioni future



INDICE 

9 | Non solo housing

13 | Dallo spazio pubblico all'abitare condiviso
13 | Le origini urbane
20 | La casa borghese tra Ottocento e Novecento
22 | La casa dell'Existenzminimum
23 | La casa banale-benestante
24 | La casa anti-domestica
31 | La casa flessibile e polivalente
38 | Social housing ante-litteram
43 | I fondamenti del vivere insieme
44 | L'abitare condiviso in Svizzera: un'utopia realizzata
47 | Cluster-Wohnungen e partecipazione

59 | Progetti di abitare condiviso in Svizzera
60 | Zurigo, Kraftwerk1 Hardturm, 1998-2001
65 | Zurigo, Kraftwerk1 Heinzenholz, 2008-2012
70 | Zurigo, Kalkbreite, 2007-2014
79 | Zurigo, Mehr als Wohnen - Hunziker Areal, 2007-2015
111 | Zurigo, Kraftwerk1 Zwicky Süd, 2009-2016
122 | Zurigo, Kalkbreite Zoolhaus, 2015-2020

139 | Bilanci, confronti e conclusioni
139 | La casa post-tipologica
149 | Tra comunità e società
150 | Necessità dell'architettura

157 | Apparati



L'AUTORE

Stefano Guidarini si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano nel 1985. Ha lavorato negli studi degli architetti Giancarlo De Carlo, Gino Pollini e BBPR. Ha progettato e realizzato diversi interventi di architettura pubblica e privata legati alla città, alla residenza sociale e ai luoghi del commercio. È professore associato presso il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano. Insegna Composizione architettonica nella Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni. Nel 2011 è stato tra i fondatori del Master universitario “Housing sociale e collaborativo” presso il Politecnico di Milano. Ha pubblicato i libri Ignazio Gardella nell’architettura italiana. Opere 1929-1999 (2002), Il mutevole concetto di tipo (2009), Precisazioni sull’housing sociale in Italia (2017), oltre a diversi saggi sull’architettura e la città.

1. pag.44 Familistere.jpg 3. pag.62 Kraftwerk1 Hardturm.jpg 4. pag.72 Kalkbreite Vista cortile.jpg 8. pag.74 Kalkbreite scalinata 2.jpg 10. pag.75 Kalkbreite hall.jpg 14. pag.114 Kaftwerk 1 Zwicky Süd 1.jpg